La perfezione, una tecnica poco conosciuta

Un sistema previsionale attualmente in disuso e, per questa ragione, poco conosciuto è costituito dalla perfezione o profezione. Regolarmente utilizzata nella pratica astrologica fino al sec. XVI, questa tecnica consiste nello spostamento dei vari punti della sfera celeste di una Casa o luogo per ogni anno di vita. La conseguenza di questo spostamento è che, ogni dodici anni, ogni punto della sfera celeste ritorna alla sua posizione di partenza. ovvero a quella della nascita.
Sul corretto uso del termine perfezione al posto di profezione, un eccelso studioso di astrologia antica e tradizionale italiana, Giuseppe Bezza, ha fatto notare che l’uso del termine profezione è probabilmente prodotto di un’errata trascrizione nel passaggio fra la scrittura gotica e i caratteri tipografici, dal momento che lo ritroviamo solo dopo l’avvento della stampa nella letteratura astrologica dalla fine del sec. XV alla metà del sec. XVII. Secondo questo studioso, il termine corretto sarebbe perfezione [dal lat. perfectio che significa “compimento”, a sua volta derivato da perficere, che significa “condurre a termine”, “terminare], mentre profezione ne sarebbe una corruzione.
Un astrologo ellenistico di Antiochia, Vettio Valente, espone questa tecnica previsionale nelle Anthologiae, libro IV, cap. XI.
La tecnica esposta da Valente è la seguente: si contano tanti segni zodiacali quanti sono gli anni che vogliamo esaminare; se il numero degli anni è superiore a dodici (il numero dei segni zodiacali), contiamo il numero residuo a partire dal segno di nascita.

Esempio. Se vogliamo calcolare la perfezione dell’Oroscopo (AS) per il 38mo anno d’età, dividiamo 38 per 12: il resto è 2. La perfezione dell’Oroscopo (AS) per il 38mo anno d’età cade nel secondo segno a partire dell’Oroscopo (AS).

Valente distingue fra un luogo o punto che transita (paradóseis) e uno che accoglie o riceve (paralépseis): il punto che transita trasmette la sua natura a quello che lo riceve, il quale lo accoglie disponendone la natura. L’autore ellenistico, in un passo delle Anthologiae espone le indicazioni relative ai vari significatori: “Quando vogliamo investigare della vita e delle attività connesse al corpo o all’animo, procediamo dall’oroscopo. Per quanto è della gloria, della dignità, splendore, del padre e delle persone maggiori, è la natura del Sole che meglio conviene a dare il giudizio; compiremo quindi la progressione degli anni a partire dal Sole. Per quanto riguarda i pericoli al corpo, le debolezze, le effusioni di sangue, la madre dalla Luna. Per le azioni, i mezzi di vita, la professione dal culmine supremo. Per la prosperità e le acquisizioni dalla sorte di fortuna. Riguardo alle occasioni mortifere, i mutamenti e i tormenti dall’occidente. Per le cose stabili, i fondamenti, i possessi, le cose nascoste e le faccende che concernono i morti dal culmine inferiore. Per ciò che riguarda le donne, le relazioni, le unione e ogni cosa che ha natura femminile da Venere. Per le cose militari e per ogni pubblico affare da Marte. Per il venir meno delle attività, per il patrimonio, per le sofferenze nascoste, per l’eredità paterna da Saturno. Per la fama, l’amicizia, gli appoggi, il patrimonio da Giove. Per le associazioni, i servi, gli schiavi, il dare e l’avere, gli scritti da Mercurio”.
Secondo Valente le più importanti fra tutte le perfezioni o profezioni di questi significatori sono quelle dell’Oroscopo (AS), del Sole e della Luna; inoltre, quella dell’Oroscopo (AS) ha un suo significato in qualche modo preminente, poiché determina il pianeta che assume il ruolo di signore o maestro dell’anno, il quale da indicazioni relative all’andamento generale dell’anno.
Dal momento che ogni dodici anni le perfezioni si ripetono, questo non significa che al loro ripetersi si ripropongono gli stessi eventi. Nell’interpretare le perfezioni è necessario esaminare, in primo luogo, le direzioni che operano in un determinato anno e, in secondo luogo, i loro ingressi nella rivoluzione solare di un determinato anno.
Le perfezioni, dunque, s’interpretano in combinazione con le direzioni e le rivoluzioni solari, confrontandole con la carta di nascita.
In primo luogo, è importante tenere conto del cronocratore o divisore, che è il pianeta signore dei termini cui arriva la perfezione.

Esempio. Se la perfezione dell’Oroscopo (AS) arriva ai termini di Venere, dobbiamo esaminare la condizione di questo pianeta sia nella carta di nascita che in quella della rivoluzione solare (RS).

In secondo luogo, è necessario esaminare il pianeta o i pianeti signori dei segni zodiacali interessati dalla perfezione.

Esempio. Se la perfezione dell’Oroscopo (AS) inizia a 10° Gemelli e termina a 10° Cancro, dobbiamo esaminare al condizione di Mercurio e della Luna: il primo pianeta domina per i primi 8 mesi; il secondo per gli ultimi 4.

In terzo luogo, dobbiamo esaminare i pianeti sia della rivoluzione solare (RS) che della carta di nascita che si trovano all’interno dello spazio della perfezione (congiunzione) oppure nello spazio a questa opposto (opposizione).
In quarto luogo, è necessario esaminare i pianeti che arrivano per direzione ai gradi percorsi dalla perfezione.
In quinto luogo, è necessario considerare il pianeta signore del segno zodiacale della perfezione dell’Oroscopo (AS), il quale assume il ruolo di signore o maestro dell’anno, a meno che si trovi in Casa o luogo cadente (ovvero: nella Casa XII, IX, VI oppure III) oppure molto leso o indebolito: in tal caso, se nella carta della rivoluzione solare (RS) vi sia un pianeta in levata eliaca oppure all’Oroscopo (AS), questo assume il ruolo di signore o maestro dell’anno.
Generalmente, le direzioni mostrano gli eventi e gli esiti dalle perfezioni e dalle rivoluzioni solari (RS). Se quanto indicato dalle direzioni è confermato dalle perfezioni e dalle rivoluzioni solari (RS), l’evento sarà certo; se quanto indicato dalle direzioni non è confermato dalle perfezioni e dalle rivoluzioni solari (RS), l’evento sarà meno certo oppure la sua importanza limitata con effetti circoscritti in quell’anno.
Le perfezioni possono, tuttavia, indicare da sole eventi importanti e durature quando la Luna di nascita o della rivoluzione solare (RS) entra nello spazio di perfezione di un pianeta; o quando il signore o maestro dell’anno è forte e potente tanto nella carta di nascita quanto in quella della rivoluzione solare (RS).
La regola è che i pianeti che compiono ingressi sono quelli che hanno la facoltà di produrre gli eventi. L’ingresso viene esaminato facendo riferimento a tre luoghi: quello al quale arriva il luogo successivo (Promissore nelle direzioni primarie dirette oppure Significatore in quelle converse) per direzione primaria; quello del suo transito (paràdosis) in virtù del procedere uniforme delle perfezioni; infine, quello del pianeta che lo accoglie (paralépseis).
Anticamente, fino a Placido, le perfezioni venivano calcolate sullo Zodiaco, facendo progredire ogni luogo della carta di nascita di 30° di longitudine eclittica per ogni anno di vita. D’altra parte Abraham Ibn Ezra già nel sec. XII avvertiva che nel calcolo degli spazi di perfezione, dobbiamo ricorrere alle ascensioni rette e a quelle miste. In altri termini, le perfezioni devono essere calcolate nello spazio locale (c.d. Mondo), in ragione dell’ampiezza di 2 ore (ossia: di una Casa o luogo) per ciascun anno di vita.
Nel calcolare le perfezioni dell’Oroscopo (AS), moltiplichiamo i tempi orari diurni (HTd) del grado corrispondente tante volte per 2 quanti sono gli anni: il prodotto ottenuto lo sommiamo alle sue ascensioni oblique (AO), ottenendo la perfezione dell’anno preso in considerazione. Infine, con le tavole del primo mobile oppure con le formule trigonometriche, troviamo il grado di longitudine eclittica al quale arriva la perfezione dell’Oroscopo (AS) dell’anno preso in considerazione.
Nel calcolare le perfezioni del Medio Cielo (MC) sottraiamo 90° dall’ascensione obliqua (AO) alla quale è arrivato l’Oroscopo (AS) nell’anno preso in considerazione.
In alternativa, possiamo calcolare le perfezioni dell’Oroscopo (AS) e del Medio Cielo (MC) con le tavole delle case reperibili in commercio. Per quanto riguarda le perfezioni dell’Oroscopo (AS), per la latitudine geografica del luogo di nascita, contiamo in senso orario (ossia: contro l’ordine dei segni zodiacali) tante Case o luoghi quanti sono gli anni che vogliamo esaminare: la cuspide della Casa o luogo corrispondente indica dove è arrivata la perfezione dell’Oroscopo (AS) in un determinato anno.

Esempio. Se vogliamo conoscere la perfezione dell’Oroscopo (AS) per il primo anno di vita essa è costituita dalla cuspide della Casa XII; per il secondo anno di vita, dalla cuspide della Casa XI; per il terzo anno di vita, dalla cuspide della Casa X; e così via.

Per quanto riguarda le perfezioni del Medio Cielo (MC), per la latitudine geografica del luogo di nascita, con le tavole delle Case rileviamo il Medio Cielo (MC) corrispondente alla perfezione dell’Oroscopo (AS) in un determinato anno.

Esempio. Se vogliamo conoscere la perfezione dell’Oroscopo (AS) per il primo anno di vita con le tavole delle Casa rileviamo il Medio Cielo (MC) corrispondente a un Oroscopo (AS) che si trova sulla cuspide della Casa XII di nascita; per il secondo anno di vita, il Medio Cielo (MC) corrispondente a un Oroscopo (AS) che si trova sulla cuspide della Casa XI di nascita; per il terzo anno di vita, il Medio Cielo (MC) corrispondente a un Oroscopo (AS) che si trova sulla cuspide della Casa X di nascita; e così via.

Per calcolare le perfezioni dei pianeti e delle varie sorti, a incominciare da quella di Fortuna o lunare, dobbiamo trasformare la sua distanza oraria (DH) in distanza meridiana (DM) applicando la seguente formula: DM = DH * 15. Successivamente, il prodotto ottenuto deve essere sommato all’ascensione retta (AR) del meridiano, se il pianeta o la sorte si trova nel I° o nel III° quadrante diurno; sottratto, se si trova nel II° o nel IV° quadrante diurno. In questo modo, troviamo l’ascensione obliqua sul circolo orario (AOCH) oppure la discensione obliqua sul circolo orario (DOCH) del pianeta oppure della sorte. Infine, avvalendoci delle tavole del primo mobile, per la latitudine geografica equivalente al polo del pianeta oppure della sorte, troviamo la corrispondente longitudine eclittica.
Passiamo all’esame della carta astrologica  di Marco Masini, cantautore italiano, nato a Firenze il 18 settembre 1964 alle 11h 15m.
In relazione alla professione e all’attività lavorativa, il significatore delle attività deve essere ricercato in uno dei pianeti più veloci, Mercurio, Venere e Marte. Osservando la carta di nascita, possiamo individuare il pianeta significatore della professione in Mercurio, poiché è congiunto al Medio Cielo (MC). Questo pianeta è già visibile, orientale al Sole in carta diurna, nel segno del suo domicilio e della sua esaltazione, la Vergine. La professione artistica possiamo dedurla dal fatto che sia Mercurio che il Medio Cielo (MC) si trovano nei termini di Venere. A completamento di questa breve analisi sulla professione del nativo, possiamo notare che il pianeta signore della cuspide della Casa II è Giove nel segno del Toro (segno governato da Venere) e quello della cuspide della Casa VI nel segno del Toro è Venere. Infine, Giove forma aspetto di quadratura mondana con la congiunzione Mercurio/Medio Cielo (MC) e nello Zodiaco il Sole si applica per trigono a Giove. Infine, l’importanza delle conoscenze e delle amicizie per la realizzazione in campo professionale, poiché Mercurio è signore dei termini nei quali si trova la cuspide della Casa XI.
Il successo nella professione artistica possiamo congetturarla non solo da questa posizione di Mercurio, ma anche dal fatto che questo pianeta si trova in congiunzione parziale con Regolo, stella fissa di prima grandezza, tanto nello Zodiaco quanto nello spazio locale (esaminando molte carte di nascita abbiamo osservato che il successo, l’elevazione, la notorietà è dovuta alla presenza di stelle fisse di prima grandezza poste agli angoli, soprattutto all’Oroscopo e al Medio Cielo, e con pianeti significatori essenziali o accidentali della professione).
Marco Masini DPMCL’anno professionalmente importante per Masini è stato il 1986 quando conobbe Giancarlo Bigazzi. Ancora è attiva la direzione primaria mondana diretta del Sole, arrivato a 00h 22m, su Regolo a 00h 38m e si forma in senso converso un parallelo acquisito (rapt parallel) per equidistanza oraria rispetto al Medio Cielo (MC) fra Marte, signore dell’Oroscopo (AS), e Mercurio, signore del Medio Cielo (MC).
Esaminiamo alcune perfezioni per l’anno 1985-1986, da compleanno a compleanno, periodo nel quale si è verificato l’incontro di Masini con Bigazzi.
Marco Masini RS-PerfezioniLa prima perfezione, quella più importante, è quella dell’Oroscopo (AS) che ci permette di individuare il pianeta maestro dell’anno. Questa perfezione si estende da 01° Vergine 35′ a 29° Vergine 32′ e, di conseguenza, Mercurio assume il ruolo di signore o maestro dell’anno. Questa circostanza è confermata anche dal fatto che la perfezione dell’Oroscopo (AS) arriva nei termini di Mercurio. Il fatto  che signore o maestro dell’anno sia Mercurio, congiunto al Medio Cielo (MC) e signore per trono (domicilio ed esaltazione) di questo nella carta di nascita, evidenzia che l’argomento professione è molto importante durante quest’anno. Per comprendere come si evolve la professione durante l’anno, dobbiamo esaminare la condizione di Mercurio nella rivoluzione solare (RS) dell’anno in questione.
La condizione di Mercurio, sia di nascita che nella rivoluzione, è buona poiché si trova nel segno del suo trono (domicilio ed esaltazione) in entrambe le carte. Nella carta di nascita è da poco culminato, ma ancora congiunto al Medio Cielo (MC) tanto nello Zodiaco quanto nello spazio locale (Mondo). Nella rivoluzione solare (RS) precedente l’incontro con Bigazzi, Mercurio si trova in trono (domicilio ed esaltazione), si congiunge al Sole (è combusto) e dispone per trono (triplicità e termine) il Medio Cielo (MC) annuale e per termine l’Oroscopo (AS) annuale: queste configurazioni indicano che anche nella carta annuale possiamo considerare Mercurio significatore della professione.
A questo proposito, afferma Argoli: “Mercurio signore dell’anno, ben posizionato e fortunato accorda onori e ricchezze dalla professione, dalle conoscenze, dalle opere dell’intelletto, dal commercio, dagli scritti, dalla comunicazione verbale, dall’operosità; così come beni da parte della famiglia, di servi, di fratelli minori e di persone e cose indicate da Mercurio” [Andrea Argoli, Ptolomaus parvuus in Genethliacis junctus Arabibus, cap. XXV ‘Sul signore dell’anno’, pag. 193].
Inoltre, notiamo nello spazio di perfezione dell’Oroscopo (AS) una sovrapposizione di Marte di rivoluzione su Mercurio di nascita, configurazione che ripete il parallelo acquisito fra Mercurio e Marte nella figura di direzione. Infine, la perfezione sia del Medio Cielo (MC) che di Mercurio arrivano su Giove di nascita.
La conoscenza di Bigazzi, importante per una svolta decisiva nella sua carriera di cantautore, è segnalata dall’esatta sovrapposizione del Medio Cielo (MC) della rivoluzione solare (RS) sulla cuspide della Casa XI di nascita.
Questa breve analisi sulla carta di nascita di Marco Masini ci permette di comprendere l’utilità delle perfezioni o profezioni nella pratica astrologica che, non dobbiamo dimenticare, è essenzialmente finalizzata alla previsione. Ogni carta astrologica, specialmente quella di nascita, è una sorta di orologio cosmico nel quale le direzioni costituiscono la lancetta delle ore, le perfezioni quelle dei minuti e le rivoluzioni quelle dei secondi (dal momento che individuano, all’interno di un anno quando è possibile il verificarsi di un evento indicato e confermato dalle altre tecniche previsionali).

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: